Melaminico… Se lo conosci non lo eviti

Oggi scegliere un mobile è diventato davvero difficile, non solo per la grande varietà di prodotti proposti, ma anche perché ci si trova a doversi districare tra materiali, caratteristiche e termini tecnici che troppo spesso vengono confusi o usati impropriamente. Cercheremo di fare un po’ di chiarezza.

Tra i materiali più diffusi nella produzione dei mobili troviamo senz’altro il truciolare, ossia un pannello in fibra di legno composto da agglomerati di trucioli che vengono impastati con collanti e poi pressati. Il pannello truciolato viene infine trattato con diverse tecniche di finitura. Può essere rivestito, laccato, laminato, impiallacciato o nobilitato, ed è di quest’ultima tecnica che ci occuperemo.

Il nobilitato è un pannello composto con legno truciolare o con MDF (pannello di fibra farinosa a media densità) rivestito su uno o due lati, con carta melaminica, un materiale sintetico costituito da fogli di carta sottilissima impregnata di resina melamminica. L’uso di carte sempre più realistiche, unito alle ottime qualità di cui parleremo, rende questo prodotto usatissimo nella produzione di arredi, tanto che lo stesso pannello nobilitato viene spesso chiamato anche pannello melaminico (o melamminico).

QUALITA’

  • -ECONOMICO: mantiene basso il prezzo del prodotto finito
  • -RESISTENTE: al graffio, ai solventi, al calore
  • -IMPERMEABILE: non teme infiltrazioni
  • -DURATURO: adatto agli usi più svariati
  • -ANTIRIFLESSO: per un alto comfort visivo
  • -FACILMENTE PULIBILE: mantiene il colore inalterato nel tempo
  • -VARIETA’: disponibile in un’ampia gamma cromatica e numerose texture

Poiché tutti i prodotti impastati con collanti e resine possono emettere nell’ambiente formaldeide (cancerogena se inalata in grandi quantità), è fondamentale concentrarsi su prodotti di qualità scelti anche con attenzione riguardo la provenienza. A questo scopo i pannelli devono per legge essere divisi in 3 classi (E1, E2 ed E3) secondo i test espressi dalle normative europee EN 717 e EN 120. La classe E1 è attualmente considerata la più restrittiva.

In Italia praticamente tutta la produzione di nobilitato è ampiamente rientrante in classe E1, e già numerosi produttori si stanno muovendo per ridurre ulteriormente tale emissione, tanto che circa il 90 per cento di cucine e contenitori è oggi composto da pannelli in nobilitato melaminico. Bisogna tener presente però, che non tutti i pannelli presentano le stesse caratteristiche e i medesimi standard qualitativi. Proprio da questo nasce la differenza fra arredi economici e di design. I prodotti economici presentano in genere pannelli spessi all’incirca 1,5 cm, fino a raggiungere 1,9 cm nel caso di arredi ottimi.

MANUTENZIONE:

La manutenzione del melaminico è molto semplice e si limita a poche attenzioni. Per la pulizia è sufficiente utilizzare detersivi neutri, assolutamente non aceto o prodotti anticalcare, quindi sciacquare immediatamente e asciugare. Anche nei piani più soggetti a macchie come quelli in colore bianco, con un panno umido e poco prodotto il colore risplenderà facilmente tornando all’originale con pochissimo sforzo. La Scrivania Easy tutta bianca è l’esempio migliore, bellissima e luminosissima la possiama pulire rapidamente se dovesse sporcarsi.

QUINDI…

quando scegliamo il nostro arredo, che sia per casa o per l’ufficio, dobbiamo porre grande attenzione al materiale di cui è fatto. Il melaminico, bistrattato da molti (che forse lo conoscono poco) è un ottimo prodotto perchè ti permette di avere una resa estetica costante nel tempo senza necessitare di manutenzioni di alcun tipo. Nel campo dell’office design è particolarmente utilizzato perchè resiste agli usi intensivi “da ufficio” senza graffiarsi o rovinarsi.

C’è differrenza fra una carta melaminica che simuli il legno e il legno massello? Sì certo c’è indubbiamente. Ma se consideriamo l’elevata similitudine estetica (molte carte melaminiche sono arrivate grazie alla qualità digitale a riprodurre davvero fedelmente le venature dei legni) e se valutiamo l’abbattimento notevole di costo, non possiamo non prendere in cosiderazione l’impiego di melaminico al posto di essenza di legno. Hai già visto la scrivania Velvet di Frezza? Te la proponiamo sia in essenza di legno che in melaminico. Nella versione Olmo la differenza visivamente è davvero poca!

Noi conosciamo bene il materiale che proponiamo ai nostri clienti e che viene impiegato nella realizzazione degli arredi presenti sul nostro shop online.

2018-03-18T11:38:26+00:005 dicembre, 2017|blog|0 Comments