Come scegliere una sedia girevole di qualità (prima che scelga te)

La sedia girevole su ruote è nell’immaginario di ognuno la seduta da ufficio per eccellenza, un vero e proprio status simbol, ma anche uno strumento preziosissimo per vivere le ore lavorative senza strascichi fisici spiacevoli. Ecco perché entrando in uno showroom di poltrone da ufficio si fa largo dentro di noi l’irrefrenabile necessità di provarle tutte.

Se questo istinto provenga dai periodi d’infanzia trascorsi sul passeggino non si sa, ma ciò che è certo è che il divertimento che si prova nel ruotare vorticosamente spingendoci con i piedi su una poltrona girevole è tantissimo ed appaga il nostro fanciullino interiore.

Sopraffatti dall’infinità di tessuti e rivestimenti disponibili, dobbiamo cercare di restare lucidi nel processo decisionale della nostra poltrona, perché ci sono molte variabili da valutare per trovare esattamente la poltrona più adatta. Oggi vi aiuteremo a capire quali sono i criteri obiettivamente più importanti per una scelta consapevole.

La prima distinzione da fare in relazione al tipo di utilizzo, riguarda le tipologie di seduta, che possono essere:

  • OPERATIVE: sono le sedie più comuni negli uffici perché si adattano bene ad ogni corporatura e consentono una postura corretta. Le sedie operative sono particolarmente dinamiche e permettono di spostarsi agilmente tra le scrivanie (con non poco divertimento!) per raggiungere un collega, e hanno la maggior quantità di regolazioni. Un esempio è la seduta Invicta Pit Stop, modello operativo basic ma con tutte le regolazioni fondamentali.
  • DIREZIONALI: sono sedute più raffinate nello stile ma ugualmente pratiche ed ergonomiche. Pensate per conferire un tono più distinto e di rappresentanza a chi le utilizza. Sono contraddistinte da imbottiture maggiori e finiture più curate rispetto alle sedie operative. La poltrona direzionale Ice ha un’ imbottitura media e meccanismo syncro.
  • PRESIDENZIALI: hanno dimensioni più ampie, imbottiture molto confortevoli, finiture di pregio e stile manageriale. Insieme alle direzionali, conferiscono un’aura di importanza e trasmettono sicurezza e stabilità. La poltrona presidenziale Senator offre comodità e regolazione grazie al meccanismo evoluto e al poliuretano dell’imbottitura.

Da un punto di vista tecnologico, tutte le tipologie devono avere gli stessi requisiti di qualità, nel rispetto delle norme vigenti in materia di progettazione delle postazioni di lavoro, ergonomia, e sicurezza; secondo gli standard europei (UNI EN 1335, EN ISO 7250, EN ISO 14738).

-Sedute dinamiche ergonomiche

Certamente molti di voi, dopo ore seduti, avranno avvertito improvvisi formicolii o intorpidimenti alle gambe. Se sgranchirsele girellando per l’ufficio non è un’opzione percorribile, possiamo agire a monte del problema ed eliminarlo del tutto con la scelta di una seduta ergonomica di qualità. Potrete così lavorare meglio, accrescere il benessere e la produttività, senza disturbi alle gambe e alla schiena.


Una postura corretta è quella che ci garantisce una condizione di stabilità col minor sforzo muscolare possibile, senza premere sui dischi intervertebrali. Anche una posizione troppo rilassata, inizialmente comoda, alla lunga tende a caricare la regione lombare e cervicale.

-Meccanismi e tecnologie indispensabili

Il meccanismo del pistone a gas regolatore d’altezza non basta da solo a rendere una sedia a norma, così come uno schienale imbottito non basta a rendere una sedia ergonomica. In quest’ottica possiamo quindi scegliere tra due diverse tecnologie:

Meccanismo sincronizzato

Il meccanismo sincronizzato consiste nell’oscillazione contemporanea dello schienale e del sedile, garantendo un buon sostegno per la schiena e permettendo inoltre il bloccaggio della sedia nella posizione desiderata.

Contatto permanente

Il contatto permanente è un meccanismo che permette l’oscillazione libera del solo schienale mantenendo però il contatto con la schiena, necessario al comfort.

 

– Caratteristiche essenziali:

Dopo aver scelto il tipo di tecnologia che fa per noi dobbiamo concentrarci sulle caratteristiche della seduta. Certamente uno schienale ergonomico e le rotelle direzionali sono elementi fondamentali per una sedia da ufficio, ma se vogliamo il massimo della comodità dobbiamo prestare attenzione anche a:

-Optional e accessori

Il valore aggiunto che rende una buona sedia da ufficio un’ottima sedia top quality, è la presenza degli optional. Grazie a questi si può parlare davvero di una seduta dinamica. Per un uomo possente o una donna minuta, per corporature esili o extra large, per giganti o lillipuziani; le sedute da ufficio devono essere adatte proprio a tutti. La poltrona direzionale Classic+ di Sitland permette di scegliere la taglia della propria poltrona in base alla corporatura: normal o extralarge per assecondare tutti i gusti.

  • resistenza regolabile schienale: una molla di resistenza nello schienale permette di restituire alla schiena un spinta proporzionata al proprio peso e alla propria altezza.
  • sostegno lombare regolabile: il supporto regolabile in altezza permette di sostenere la regione lombare sgravando i dischi intervertebrali dalla tensione accumulata.
  • sedile inclinabile anatomico: il sedile ideale deve essere inclinato verso l’alto, in modo tale che le gambe siano sostenute e la schiena aderisca bene allo schienale senza scivolare in avanti adattandosi perfettamente al proprio corpo.
  • traslatore di profondità: questa caratteristica che permette al sedile di scorrere in avanti, è particolarmente indicata per le persone molto alte, le quali solitamente non trovano il giusto sostegno delle gambe, con conseguenti problemi circolatori e sensazione di scomodità.
  • braccioli e sostegno cervicale regolabili: regolandoli in altezza, apertura e profondità, sono utili per il rilassamento delle tensioni muscolari.

Le caratteristiche sopraelencate e visibili nel video, possono ritrovarsi in due prodotti iconici. La poltrona Team Strike di Sitland, che permette molte configurazioni di optional ideali ad ogni esigenza. Oppure la Open Up di Sedus, una poltrona direzionale evoluta che consente di assecondare i movimenti del corpo assicurando sostegno, elevato comfort e moltissime regolazioni, abbinate alla qualità superiore dei materiali con cui è realizzata.

In bocca al lupo per la ricerca della poltrona perfetta per TE.

2018-03-18T11:39:20+00:005 dicembre, 2017|blog|0 Comments