Arredare un ufficio: cosa serve davvero

Partiamo dal presupposto che se devi arredare un ufficio da zero hai bisogno di un paio di dritte progettuali non da poco, che potrebbero aiutarti a spendere i tuoi soldi in maniera più ragionata e quindi a non sprecarli.

Ogni professionista che si trova a dover aprire uno studio o un ufficio deve fare i conti con il budget, quindi anche in questo articolo ne terremo di conto: niente proposte avveniristiche o firme di grandi designer che farebbero lievitare i costi alle stelle. Solo funzionalità ed efficienza.

La scrivania

Ovviamente se stai aprendo un ufficio la scrivania ti serve. E ti serve come primissima cosa. Grande quanto? Diciamo che una postazione di lavoro comoda parte da 140 cm di lunghezza, fino ad arrivare a spaziosi 180 cm o ancora di più, 2 metri. La profondità per una scrivania dovrebbe essere 80 cm, non meno perché si presuppone di doverci alloggiare un pc fisso o portatile, senza contare il necessario spazio per le braccia.

La regola d’oro dell’ergonomia ci consiglia di mantenere sempre i gomiti poggiati sul piano quindi in 80 cm siamo sicuri di poter mettere monitor, tastiera, foglio e gomiti.

Lavorare in questo modo ci permette di non affaticare le braccia o soffrire di fastidiosi formicolii.

La cassettiera

Se hai bisogno di avere a portata di mano la tua cancelleria è importante aggiungere una cassettiera sotto la tua scrivania. La soluzione più versatile è averla su ruote, in modo da poterla spostare all’occorrenza con facilità. La puoi anche usare come ulteriore piano di appoggio. Se vuoi, puoi acquistare anche un cuscino da apporre sopra la cassettiera, per trasformarla in seduta d’emergenza.

Il consiglio del nostro staff: per soluzioni home office vanno benissimo anche le cassettiere portanti agganciate alla scrivania (n.d.r. quelle che sostituiscono due gambe laterali, per intenderci), la versatilità in casa non è richiesta. Ma se scegli Funny con cassettiera portante, assicurati di scegliere una lunghezza adeguata perché la cassettiera ruberà spazio alle tue gambe e non vogliamo che poi ti senta costretto in poco spazio. Meglio in quel caso una lunghezza di 180 cm totali.

La poltrona

Sia che tu stia allestendo il primo ufficio operativo o che tu stia rinnovando il tuo ufficio direzionale, è fondamentale scegliere con attenzione la poltrona su cui siederai per tante ore al giorno. Abbiamo già parlato dei diversi meccanismi che differenziano le sedute da ufficio , ma vorremmo sottolineare nuovamente come il giusto meccanismo e soprattutto la possibilità di regolare lo schienale e il sedile in base alla tua corporatura, ti garantiranno comfort ogni giorno.

Se scegli una poltroncina con braccioli assicurati che questa possa entrare sotto al piano di lavoro senza urtarlo. I braccioli regolabili ti permettono di modificarne l’altezza, adattandosi a qualsiasi tavolo riunioni o scrivania.

Ecopelle o Tessuto? Non esiste una risposta universale a questa domanda che tantissimi clienti ci pongono. Puoi decidere in autonomia, considerando che qualsiasi tessuto o ecopelle nei colori chiari necessiterà di maggiore manutenzione. L’ecopelle bianca la potrai pulire con un panno umido e un sapone neutro riportandola alla luminosità iniziale, mentre un tessuto bianco difficilmente lo potrai riportare al colore che aveva al momento dell’acquisto. I tessuti scuri invece si smacchiano più facilmente, basta utilizzare una spazzola asciutta se la macchia è secca o con un panno strizzato e del sapone neutro molto diluito. Di contro, l’ecopelle in estate consente una minore traspirazione della pelle rispetto al tessuto.

Il nostro staff siede su poltroncine “EM56 GREY”, con rivestimento in tessuto scuro da oltre 4 anni e siamo tutte molto soddisfatte!

I mobili contenitori

Hai comprato una scrivania, una cassettiera e una bella sedia girevole da ufficio. Adesso però hai bisogno di spazio per archiviare le tue pratiche, i tuoi documenti e i tuoi dox.

Cos’è uno dox? È un raccoglitore rigido ad anelli usato per archiviare i documenti negli uffici commerciali e professionali. Ha delle dimensioni particolari e standard ed è quindi fondamentale assicurarsi che il mobile scelto si adatti ad archiviare questo tipo di raccoglitore.

Il peso che un ripiano può sopportare varia molto in base allo spessore e alla conformazione del mobile, quindi è importante valutare bene la mole di carta che dovrai depositare nei contenitori. Scegli sempre librerie indipendenti e non a spalla, perché garantiscono maggiore stabilità e carico per ogni ripiano.

Ad ante o a giorno? Anche qui dipende da cosa devi archiviare. In un ufficio operativo, dove mantenere l’ordine potrebbe essere difficile, avere contenitori chiusi con ante ti aiuterà ad avere maggior pulizia visiva in caso di visite da parte dei tuoi clienti. Se invece hai un ufficio direzionale o con poco materiale cartaceo, puoi optare per soluzioni a giorno, dove magari intervallare i documenti a suppellettili e complementi d’arredo come vasi, piante decorative o cornici con foto.

Parola d’ordine: spazio organizzato. Se non sei sicuro di poter tenere tutto il tuo materiale ordinato, scegli soluzioni con ante chiuse in vetro o in melaminico.

Quanti contenitori comprare e di che altezza sceglierli sono cose che non ti possiamo consigliare, dipendono dalle necessità specifiche del tuo lavoro.

In linea di massima gli uffici operativi richiedono un maggior spazio contenitivo, mentre i direzionali necessitano di meno spazio. Ecco perché per i nostri clienti consigliamo armadi da ufficio alti fino ai 2 metri come Passepartout di Frezza per i locali operativi e mobili per ufficio di estetica e design come Madia di Frezza per gli ambienti direzionali.

In teoria questi sono gli elementi basic per arredare da zero il tuo ufficio. Puoi arricchire il tuo “starter kit” con poltroncine per i visitatori, accessori per la scrivania o perderti fra le decine di tavoli riunione.

Ai nostri clienti alle prime armi, come professionisti neolaureati o CEO di start-up in espansione, consigliamo sempre di fare acquisti per step. In questo modo avranno il controllo della spesa investita e potranno ampliare gli uffici nel tempo trovando sempre continuità di produzione. Scegliamo infatti solo partner solidi che ti garantiranno la stessa linea di arredo anche fra 10 anni.

2018-06-28T12:14:50+00:0027 giugno, 2018|blog|0 Comments